Biennale di Venezia 2008: Lauren Hoekstra, Simone Rovellini, Michele Molluso e Simona di Michele hanno realizzato il workshop: The Video as Seen at the End of the Video Age

Eccoci,

abbiamo il piacere di informarvi che il workshop del Corso in Media Design & Arti Multimediali, The Video as Seen at The End of The Video Age – “Spontaneismo culturale auto-legittimato, in collaborazione con IdLab, si sta tenendo regolarmente, oggi stesso, il 14 novembre 2008 ai Giardini della Biennale di Architettura di Venezia.

Quante persone prenderanno parte nelle poco + di sei ore del Workshop? Forse almeno un centinaio (magari incuriosite e soprattutto divertite) con un target di età dai 5 a over 70 provenienti dalle + disparate nazionalità, magari anche qualche keniota oppure kansassiota, anche francese va comunque bene.

Chissà se la pioggia cesserà e se il sole apparirà e crescerà esponenzialmente nelle ultime ore.

Mollino Svenirei, Chemolle Simulo, Lunare H, coi “materiali poveri” a disposizione hanno creato una macchina generatrice di modelli di ripresa, con i quali hanno colto l’occasione per esprimere una (non) retorica visiva, contenti di poter ricordare Mimi-la ragazza della pallavolo, dopo aver visto tanti video, anche quelli a casa degli amici.

L’opera si realizza in un workshop alla Biennale d’Architettura di Venezia 2008, in cui ai visitatori viene data la possibilità di fare le riprese mediante l’utilizzo di una palla-telecamera, ovvero un dispositivo a pelle reclamata, o a caramella pelate, a lacerata le palme, a macerata palle, o a palle reclamata, che offre un montaggio di un ininterrotto di brani sonori dei video uploadati continuamente sul Blog omonimo, uno dei siti di archiviazione video più utilizzati sull’Internet. L’opera vuole essere un dispositivo esplorativo di come l’accumulare il materiale video sembra più rispondere a una bulimia tecno-narrativa che alla ricerca di una qualche qualità o canone.

Il workshop si sostanzia nella realizzazione di un vero canale di feedback (non come i video broadcast), che vorrebbe proporre interessanti metafore comunicative.

Questo canale di feedback è sia una PALLA TELECAMERA che un CANALE VIDEO, visibile qui: The Video as Seen at the end of the Video Age

E’ una forma di Garage Media

Svolgeremo nei prossimi giorni uno studio mediatico dei vari contributi creati dal pubblico.


About this entry